Il caso del tuffo nella fontana di Trevi del turista australiano

La vicenda del giovane australiano curata da un collaboratore dell'avv. Romolo Reboa

La vicenda del giovane australiano che ha rischiato sei mesi di carcere per essersi tuffato nella Fontana di Trevi. Il giovane, rappresentato e difeso dall'avv. Maurizio Sangermano, consulente dello studio legale Reboa, processato per direttissima è stato assolto con rito abbreviato.  

alt  Il Messaggero (16 maggio 2014) - Tuffo di notte nella Fontana di Trevi, carcere e multa;